Condannato figlio procuratore Buonanno

Al termine del processo celebrato con rito abbreviato a Bergamo Gianmarco Buonanno, figlio del procuratore capo di Brescia Tommaso, è stato condannato a tre anni e otto mesi di reclusione per la rapina a mano armata effettuata in un supermercato di Zogno, nella Bergamasca, lo scorso 31 gennaio. Condanna molto più pesante per i due complici: otto anni e undici mesi per Luigi Mazzocchi e otto anni, dieci mesi e venti giorni per Davide Astorre. La differenza di trattamento sanzionatorio è dovuta al fatto che Buonanno ha già risarcito le vittime, ovvero i dipendenti del supermercato presenti al momento della rapina. Durante l'udienza sono stati anche ascoltati i carabinieri di Verolanuova (Brescia) che indagano anche su una rapina avvenuta due settimane prima a Manerbio (Brescia) e per la quale risulta indagato dalla Procura di Brescia il figlio del procuratore capo Buonanno che avrebbe fornito le armi utilizzate per il colpo.

Altre notizie

Notizie più lette

  1. EcodiBergamo
  2. Ravenna Today
  3. EcodiBergamo
  4. EcodiBergamo

Gli appuntamenti

In città e dintorni

SCOPRI TUTTI GLI EVENTI

Gorlago

FARMACIE DI TURNO

    Nel frattempo, in altre città d'Italia...